Ultima modifica: 21 Luglio 2020

La scuola ai tempi del Coronavirus – REPORT

INTRODUZIONE
I grafici che seguono costituiscono la restituzione di quanto emerso a seguito della proposta di un questionario di sondaggio, anonimo e su base volontaria, rivolto a tutti gli studenti del nostro Istituto; il sondaggio è stato pensato per aiutarci a comprendere in che modo i nostri ragazzi e ragazze hanno attraversato il difficile “momento” che ha coinvolto il nostro Paese e – purtroppo l’intero Pianeta. Uno scopo non secondario è stato anche quello di capire quali criticità hanno accompagnato la Didattica a Distanza e, quindi, quali miglioramenti apportare a questa metodologia, che potrebbe integrare la didattica in presenza.

Il sondaggio è stato somministrato dividendo tra biennio e triennio, allo scopo, pur mantenendo l’anonimato, di individuare eventuali differenze dovute alla fascia d’età o al tipo diverso di discipline (per quanto riguarda gli aspetti della DaD)

LEGENDA:
Troverete sulla sinistra e in colore azzurro i grafici relativi al biennio, sulla destra e in colore rosso, quelli relativi al triennio.

CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE
Dai dati appena presentati sono emersi tre aspetti principali su cui porre attenzione:

● Gli stati d’animo che hanno caratterizzato gli eventi della quarantena

● Le prospettive per il futuro

● I suggerimenti relativi alle modalità caratteristiche della Didattica a Distanza

Non si evidenziano particolari differenze nel profilo delle risposte fornite tra biennio e triennio, ad eccezione dei seguenti aspetti:

Al biennio è mancata sia la possibilità di circolare liberamente, che poter abbracciare le persone care, mentre per il triennio prevale la privazione della possibilità di circolare liberamente; un’altra differenza evidente è che per il biennio la quantità di tempo dedicata allo studio è rimasta la stessa anche durante la D.a.D., mentre il triennio ha rilevato un aumento del numero di ore dedicate allo studio.

Per quanto riguarda la percezione del futuro, appare singolare come non si riscontrino differenze in percentuale tra biennio e triennio nelle tre opzioni di risposta alla domanda “Come saremo dopo l’esperienza Covid” (Migliori, Uguali a prima, Peggiori); la maggior parte degli studenti ritiene che questa esperienza consentirà di migliorare l’approccio di ciascuno di noi verso agli altri, in quanto abbiamo avuto il tempo di riflettere sui nostri comportamenti rispetto alla Natura, rispetto all’”Altro” in generale, sul senso di responsabilità individuale nei confronti della collettività, sui valori a cui dare priorità.

I ragazzi più grandi ritengono meno determinante il rispetto delle regole, mentre ritengono che si darà più importanza e valore alla libertà e ai contatti umani. Nel triennio si nota una maggior consapevolezza (sia pur in misura contenuta) dell’importanza dei temi ambientali.

L’importanza dell’igiene personale ha colpito invece i ragazzi e ragazze del biennio; probabilmente prima di questo evento, ritenevano di vivere in una società già molto attenta all’igiene, in quanto cittadini di un Paese dell’area sviluppata del pianeta, pertanto hanno potuto constatare che le abitudini igieniche individuali quotidiane possono ancora essere migliorate e soprattutto richiedono attenzione e consapevolezza.

Solo l’attenta lettura delle motivazioni alle risposte date sulla Didattica a Distanza, può consentire una riflessione sui suggerimenti emersi e sulle possibilità di miglioramento, per questo le risposte saranno messe a disposizione dei docenti.

Non sono mancate risposte che denotano una certa “ingenuità” rispetto alla tematica proposta, ciò suggerisce l’opportunità di lavorare maggiormente sulla comprensione del testo e sull’attitudine a riflettere maggiormente, quando viene posto un quesito, anziché fermarsi al significato più ovvio, immediato di esso.

LEGGI LA VERSIONE PDF




Link vai su